Accedi a Imparosulweb!
Troverai i contenuti multimediali associati ai testi editi dal 2010 in avanti.

Maturità 2018/19, ultime novità

La Buona scuola bis è realtà. Gli ultimi cambiamenti al sistema scolastico italiano sono stati approvati dal Consiglio dei ministri.Le novità relative agli esami di maturità verranno applicate tra due anni, quando si presenteranno i ragazzi che oggi frequentano la terza superiore. Per essere ammessi all’esame di maturità sarà necessario avere tutte le materie con sei, a differenza di quanto proposto in prima istanza per cui si richiedeva la media della sufficienza indipendentemente dalla valutazione della singola disciplina. Altro requisito per essere ammessi all’esame è di aver effettuato la prova Invalsi che sarà somministrata nel mese di aprile del quinto anno.

Gli studenti devono aver seguito almeno tre quarti del monte ore previsto e aver partecipato alle attività di alternanza scuola-lavoro.

Il credito scolastico varrà fino a 40 punti 12 al terzo anno, 13 al quarto e 15 al quinto anno. Confermata l'eliminazione del quizzone, la terza prova multidisciplinare, sostituita dalla prova Invalsi. Tra le altre novità l’assegnazione di un punteggio massimo di 20 per le ognuna delle due prove scritte (Italiano e d’Indirizzo) e l’utilizzo di griglie di correzione e valutazione uniformi per tutte le commissioni d’esame. Per quanto riguarda l’orale, il peso massimo in punti sarà di 20. Resta la “tesina” che servirà da spunto per l’avvio del colloquio. Il colloquio dovrà riguardare anche l’esperienza svolta durante l’apprendistato che sarà accompagnato da una relazione o elaborato multimediale. Il colloquio dovrà accertare anche le competenze del candidato in relazione alla “Cittadinanza e Costituzione”.



Gentile utente.
Il nuovo sito Loescher è stato realizzato per consentire la migliore esperienza visiva e di navigazione possibile.
Il tuo browser purtroppo non risulta supportato al 100%.
Se decidi di proseguire potresti riscontrare problemi sia a livello estetico sia a livello di funzionamento.
Ti consigliamo quindi di passare ad una versione più recente di Internet Explorer oppure di usare Chrome o Firefox.

Se vuoi scaricare Chrome clicca qui.
Se vuoi scaricare Firefox clicca qui

Grazie

Loescher Editore